Concretezza = Oltre 400 Progetti consegnati negli ultimi 12 mesi
Dicono di NOI! = 98% clienti 👉🏼 5⭐️ [300+ recensioni]
Efficienza = Agenzia per l'Italia WIX.COM® Legend

Bounce Rate: cosa si intende per Frequenza di Rimbalzo?

Aggiornamento: 19 ago 2021

La Frequenza di Rimbalzo o Bounce Rate è il rapporto percentuale tra le sessioni di una sola pagina divise per tutte le sessioni o di tutte le sessioni sul tuo sito nelle quali gli utenti hanno visualizzato solo una pagina e hanno attivato una sola richiesta al server Analytics.


Se tu leggessi questo articolo e uscissi immediatamente, senza navigare ulteriori spazi web di www.studiowebalive.it (altamente sconsigliato, ndr), saresti un lettore che ha visto una sola pagina del nostro sito e quindi innescheresti un rimbalzo incrementando il Bounce Rate.


Il Bounce Rate è come passare di fronte a una vetrina, entrare nel negozio, ma uscirne immediatamente


La dinamica è sostanzialmente la stessa che si verifica nel momento in cui una persona osserva la vetrina del tuo negozio e passa oltre, senza varcare la soglia: se la frequenza di rimbalzo sul tuo sito ha una percentuale dell’80%, ciò significa che 80 persone su 100 sono entrate nel tuo negozio, ma non ci sono rimaste.


Bounce Rate o Frequenza di Rimbalzo | Studio WebAlive

A seconda della categoria di sito che hai, la frequenza di rimbalzo può essere valutata diversamente: capire le ragioni di un Bounce Rate particolarmente alto può richiedere un elevato impegno investigativo, sforzo che sarà comunque ben ripagato in quanto ti aiuterà a comprendere quali parti del sito funzionano bene e hanno successo e quali invece necessitano modifiche.


Il nostro consiglio è quello di non allarmarti se la frequenza di rimbalzo sul tuo sito è più alta di quanto ti aspettassi, poiché le percentuali sono strettamente correlate alla tipologia del sito: Blog o siti dedicati alle news avranno una frequenza di rimbalzo alta perché i visitatori vorranno semplicemente leggere gli articoli e non saranno interessati o portati ad acquistare qualcosa o di iscriversi a una newsletter.


Al contrario, uno shop o un catalogo digitale dovrebbero avere un Bounce Rate più basso, in quanto è auspicabile che i visitatori non si limitino a navigare solo la homepage, ma anche altri spazi, in modo da comparare i prodotti e i servizi, per poi effettuare un acquisto o una prenotazione.


Frequenza di Rimbalzo

Perché la Frequenza di Rimbalzo del tuo sito è così alta?


Le ragioni possono essere molteplici:

  • Il sito è composto da una sola pagina: chi lo visita non avrà la possibilità di cliccare su altre pagine prima di lasciare il sito.

  • Problemi tecnici su Google Analytics: Se Google Analytics non è integrato correttamente sul tuo sito, i risultati potrebbero divergere dalle tue aspettative.

  • Carenze nel design del sito: qualche accorgimento di design e di User Experience potrebbe determinare un abbassamento della frequenza di rimbalzo.

  • Call to Action inefficaci o indicazioni poco chiare: se chi visita il sito non capisce facilmente e velocemente dove andare o cosa succederà se clicca in un punto, probabilmente l’azione che vuoi che compia non accadrà mai.

  • Uso che viene fatto del sito: i modi in cui i visitatori interagiscono col sito possono variare. Ad esempio un utente abituale magari ha salvato tra i preferiti la pagina del tuo sito dedicata al blog e ci clicca sopra per leggere l’ultimo articolo: il bounce rate di questa pagina sarà sempre molto alto.

  • Velocità di caricamento delle pagine: le pagine che impiegano troppo tempo per caricarsi mettono a dura prova la pazienza di chi visita il sito e sono tra le prime cause di un elevato bounce rate. Uno dei tuoi obiettivi principali deve essere il veloce caricamento del sito a prescindere dalla connessione e dal dispositivo utilizzato dal visitatore

Ci sono poi casi in cui un Bounce Rate alto non rappresenta un dato negativo: ad esempio, potresti aver creato una Landing Page con il tuo numero di telefono scritto in grassetto che invita i visitatori a contattarti: la pagina probabilmente raggiungerà il suo obiettivo e cioè quello di convertire i visitatori a chiamarti e la frequenza di rimbalzo sarà alta perché questi non avranno alcun interesse a proseguire nella navigazione e a cliccare su altre pagine.


In definitiva, il Bounce Rate è importante, ma non dice tutto sull’efficacia del sito!


I consigli di Studio WebAlive per far in modo che i visitatori rimangano più a lungo sul tuo sito web:


• accertati che la navigazione sia chiara e intuitiva

• inserisci delle Call to Action in ogni pagina

• controlla la formattazione delle pagine

• racconta la storia della tua attività in modo dettagliato con lo scopo di persuadere il visitatore

• elimina le informazioni superflue ed eventuali distrazioni


Hai necessità di chiarimenti?

Prenota una consulenza telefonica o su Zoom con noi!