Come scegliere un dominio efficace per il tuo sito

Aggiornamento: 21 ott

Se ti stai chiedendo come scegliere un dominio efficace per il sito web della tua attività, nel corso di questo articolo avrai modo di capire su quali punti concentrarti.


Point of View: stai per lanciare la tua attività online - che sia un sito vetrina, un e-commerce oppure un semplice blog - e tra le prime scelte che ti troverai ad affrontare ci saranno quale nome dare al sito e come scegliere un dominio efficace.


La questione è tanto semplice quanto complicata allo stesso tempo, in quanto spesso si traduce nella scelta di un singolo termine o di poche parole che hanno un risvolto fondamentale sul Branding e sul posizionamento in termini SEO.


Branding


Il primo aspetto che è necessario prendere in considerazione è sicuramente quello del Branding: un assunto fondamentale è, infatti, che il nome del tuo Brand sia incluso in quello del dominio.


Se non fosse così - a meno che non ci siano particolari esigenze aziendali o di marketing - i tuoi utenti farebbero fatica a trovarti su Internet e probabilmente si genererebbe confusione che, in termini pratici, si tradurrebbe in perdita di conversioni.


Il nostro consiglio per scegliere un dominio efficace? Fai in modo tale che il nome del tuo dominio rispecchi a pieno - ed in poche e semplici parole - la tua Value Proposition.


"Cosa? Perché? Come? Quando? Chi?" sono le 5 domande fondamentali che possono aiutarti in questo ed in moltissimi altri casi. Hai bisogno di supporto? Ci siamo noi! Prenota qui una CONSULENZA STRATEGICA e puntiamo in alto insieme!👇


Parola chiave: SINTESI. Come deve essere scritto il dominio?


Attenzione alla lunghezza! Un dominio deve essere sicuramente sintetico: cerca, per questo motivo, di non utilizzare più di 3 parole, in modo che sia semplice e diretto.


È stimato che domini con un numero più alto di parole siano più difficili da ricordare e anche da digitare, oltre che confusionari per il lettore.


Che parole utilizzare all'interno del dominio?


Cerca di utilizzare parole che siano

• chiare da comprendere

• facili da ricordare

• semplici da digitare e trascrivere.


Privilegia l'utilizzo di termini di uso comune che possano essere anche di facile pronuncia.


Parole straniere per un'attività italiana: SÌ O NO?


L'utilizzo di parole straniere è possibile e, a seconda della situazione, potrebbe essere anche consigliato - a patto però che siano un numero limitato e comunque coerenti.


Conviene utilizzare il proprio nome e cognome all'interno del dominio?


È banale dirlo ma la risposta è... DIPENDE. Dipende dai propri obiettivi e dal proprio Brand.


Nella maggior parte dei casi, se utilizzi SOLO il tuo nome come dominio sarà molto probabile che, finché non raggiungi un certo livello di notorietà e di autorità SEO, ti cerchino e trovino soltanto i tuoi conoscenti.


Considerando che teoricamente l'obiettivo dovrebbe essere in primis il contrario questo comporterebbe grossi rischi.


Il nostro consiglio è utilizzare una semplice formula: nome+attività+luogo(/dettaglio distintivo).


In 3 parole avrete detto al motore di ricerca chi siete, cosa fate e dove o come lo fate.


Se il tuo obiettivo è, invece, quello di fare Personal Branding, la scelta del nome e cognome risulterà sicuramente la più giusta. In tal caso, come detto sopra, vi consigliamo di investire molto sulla SEO, affinché si rafforzi la correlazione fra la tua attività ed il tuo nome.


SCOPRI DI PIÚ SULLA SEO - SEARCH ENGINE OPTIMIZATION IN VIDEOCALL CON NOI👇


Trattini, plurali o articoli nel nome del dominio


Evita assolutamente l'utilizzo di trattini: ormai i motori di ricerca sono assolutamente in grado di separare e distinguere le parole l'una dall'altra.


Se lo fai per distinguerti da un dominio simile, molto probabilmente dovrai cambiare nome perché le persone troveranno quasi sempre quello del concorrente senza trattino, la versione "originale".


Stessa cosa per l'utilizzo degli accenti e degli articoli: risultano superflui e confusionari.


Quanto all'utilizzo dei plurali, dipende dai casi, ma spesso possono essere ingannevoli. Anche in questo caso, se il tuo scopo è utilizzarlo perché il dominio con il singolare è già occupato, cambia direttamente nome.


Il concetto è sempre il medesimo: siate sintetici e semplici. LESS IS MORE!


La scelta finale: .it , .com o altri?


Avete deciso le parole da utilizzare nel tuo dominio ma rimane l'ultima parte, quale TLD scegliere?


Si definiscono TLD le lettere successive al punto finale del dominio. La loro funzione, per lo meno in origine, era quella di distinguere le attività per il proprio tipo di business.

.ORG simboleggiava un'organizzazione

.EDU un dominio riguardante l'istruzione

.MED uno riguardante l'ambito medico


e così via.


Il .COM, ad oggi l'estensione più diffusa al mondo, simboleggia un attività commerciale ed insieme al .IT risulta una delle due scelte migliori in Italia. Come scegliere? Ecco alcuni punti:

  • Per molti il .COM è considerato il dominio più professionale da utilizzare per la propria attività

  • Hai in progetto di estendere la tua attività all'estero? Il .COM risulterà la scelta più adatta, rendendoti già pronto per l'internazionalizzazione

  • Allo stesso modo il .IT risulta la scelta migliore soprattutto per un attività fortemente legata al paese di appartenenza e che si rivolge in primis, se non unicamente, al pubblico autoctono

Studio WebAlive può aiutarti nella scelta del dominio più efficace attraverso l'analisi del mercato e delle parole chiave più adatte alle vostre necessità. Prenota adesso una consulenza con noi!👇