Google Analytics e Garante Privacy: cosa sta succedendo?

Tra articoli sensazionalistici e titoli acchiappalike come

"Il Garante della Privacy dichiara Google Analytics illegale"

"Google Analytics illegale in Italia"

"Google Analytics illegale per il Garante Privacy"


noi vogliamo far chiarezza.

Google Analytics Garante Privacy

Ad inizio Giugno, il Garante della Privacy italiano ha emesso un provvedimento nei confronti di una Web Agency italiana che stava utilizzando in modo illecito e al limite della legalità Google Analytics, "stockando" i dati negli Stati Uniti (dove le normative vigenti sono differenti rispetto al territorio europeo) e senza rendere anonimo l'indirizzo IP.


Il provvedimento, però, è stato solo un'ammonizione, non ha previsto una sanzione economica.


Inoltre, ha previsto 90 giorni per adeguarsi al corretto trattamento dei dati personali degli utenti.


Trattandosi di un provvedimento, il Garante della privacy non ha indicato delle linee guida specifiche su come gestire nel rispetto del GDPR i dati personali. Al contempo, non si è espresso in merito a quali siano i metodi di tracciamento conformi alla legge: Google Analytics 3, Google Universal o Google Analytics 4?


Passaggio Google Analytics 4

I punti saldi, in un universo di incertezze e dubbi, sono:


Il provvedimento riguarda Google Analytics 3 (la versione 4 è arrivata temporalmente più tardi rispetto a questa situazione). Per questo, Google Analytics 3 va eliminato dai nostri siti web.


È quindi opportuno passare da Google Analytics 3 a Google Analytics 4, nell'ottica di poter trattare i dati personali degli utenti solo su server europei. In più, sarebbe meglio utilizzare software di società europee con server in Europa, così da evitare trasferimenti di dati fuori dal continente.


Se hai dubbi su come effettuare il passaggio da Google Analytics 3 a Google Analytics 4 prenota direttamente da qui: