L'Asta... non della tua casa, ma di Google!

Il meccanismo per cui Google Ads decide quali annunci pubblicare e rendere visibili in seguito a determinati termini di ricerca si basa su un’asta vera e propria: sai come funziona?


L’asta di Google Ads è un complesso algoritmo che consente agli inserzionisti di ambire a determinati posizionamenti a pagamento nella SERP di Google o nelle pagine dei partner della Rete Display.


Ogni volta che un utente effettua una ricerca e un annuncio è idoneo a essere pubblicato, partecipa all'asta.


L’asta determina se l’annuncio viene effettivamente pubblicato e in quale posizione sulla pagina, se in alto o in basso ai risultati,


Per fornire un servizio di qualità agli utenti che effettuano la ricerca, l’asta è collegata alle performance degli annunci, alla loro struttura e alla qualità della pagina di destinazione, per costituire un servizio di ricerca di informazioni coerente.


Non a caso, nella definizione del Ranking degli annunci sono due gli elementi principali che vengono presi in considerazione dalla piattaforma: il costo per click massimo che si è disposti ad offrire ed il punteggio di qualità.


I componenti del punteggio di qualità vengono determinati ogni volta che la parola chiave corrisponde ad una ricerca effettuata su Google. Se gli annunci e le pagine di destinazione sono pertinenti per l’utente, è più probabile che i punteggi di qualità siano elevati.


Scendendo nel dettaglio, ecco come funziona l’asta:


1. Quando un utente effettua una ricerca, Google Ads trova tutti gli annunci le cui parole chiave corrispondono a tale ricerca.

2. Tra questi annunci, il sistema ignora quelli non idonei, come gli annunci che sono indirizzati a un altro Paese o che non sono approvati.

3. Degli annunci rimanenti, possono essere pubblicati solo quelli con un Ranking sufficientemente alto che viene appunto stabilito come una combinazione tra offerta, qualità e impatto dell’annuncio.


 

Gli elementi caratterizzanti dell’asta


Costruendo campagne altamente in target e pertinenti con quello che viene offerto all'utente - anche con investimenti giornalieri non troppo esosi - è possibile ottenere buoni risultati e togliersi delle soddisfazioni.


Infatti gli elementi principali da tenere ben a mente sono:


-> Anche se la concorrenza propone offerte più elevate della tua, puoi comunque ottenere una posizione migliore a un prezzo inferiore utilizzando parole chiave e annunci particolarmente pertinenti.


-> Dato che il meccanismo delle aste viene ripetuto per ogni ricerca su Google, ogni asta può avere risultati potenzialmente diversi a seconda della concorrenza in atto in quel momento. Pertanto, è normale osservare alcune variazioni nella posizione dell’annuncio sulla pagina e nella sua idoneità per essere pubblicato.


Vuoi un'analisi approfondita del tuo account Google ADS e delle relative campagne o gruppi di annunci attivi? Prenota ora una consulenza!